mercoledì 1 settembre 2010

Amor con amor si paga

Non sono sparita fagocitata da uno sciame di fameliche zanzare tigre.
E neanche posso dire di essermi riposata: sono persa nella confezione di un doppio set di tre cuscini che, a breve, andranno a fare la loro porca figura nel B&B Casale dei Noci di Masone, vicino Reggio Emilia.
Premetto che questo sarà un post semi serio. Liberissimi di non andare avanti nella lettura.

Ieri è stato il mio compleanno.
Ho raggiunto la veneranda età di 28 anni. Per alcuni sono tanti, per altri sarò una bimba in fasce.
E' stato il primo compleanno per cui ho tagliato una torta in anticipo e spento tre candeline.
Una giornata di mare e sabbia, cotolette e melanzane arrostite (arrostite come si fa qui, nel profondo sud, sulla carbonella e nel braciere, con il fumo che si spande e i profumi che permeano l'aria).
Una giornata stranamente beneficiata dall'assenza di umidità che in questi giorni di fine estate è quasi perenne.
Regali e vaporetti, navigazione e mal di mare, amici che non dovevano esserci e che poi ti ritrovi davanti sorridenti e tu stai lì, come un'idiota a sorridere e pensare che sei fortunata.
Sei fortunata ad avere persone che ti vogliono bene e che ricordano e festeggiano il giorno in cui sei nata e che forse, magari, vuoi pensarlo,credono che il mondo sarebbe un pizzichinino meno bello se non ci fossi tu.
Nel marasma della tua vita, dei tuoi affetti, della rivoluzione copernicana che ha subito il tuo modo di vedere le cose, di percepire le persone e te stessa.
Nel dolore, nel pianto, nell'angoscia, nelle liti e in quello che ancora ha da venire.
Nei tuoi progetti per il lavoro e la vita, per il bivani rosa, per l'uomo meraviglioso che pur di vederti felice ha affittato solo per te un intero vaporetto fornendolo di cibarie, bevande e salatini. Quell'uomo che ha due occhi in fondo al quale tu vedi tutto il bene del mondo e che vuoi che sia felice perchè se lo merita.E che ti ha fatto tante foto e in alcune ti vedi rispettivamente "panzona", "sciatta" e "vecchia". E forse non è proprio così.
E oggi è settembre e a settembre ci si sente sempre pieni di energia per l'anno che sembra appena cominciare.
Tra gelsomini e palme vedo nuvole dalla mia finistra.
Attendiamo ancora.
I regali sono ancora sparsi sul tavolo da lavoro e mia sorella che potrebbe fare l'agente segreto, dorme stanca sul divano.
Attendiamo ancora. Infondo, come dice la Compagna di Bisbocce (ex Avvocato Piè Veloce), l'amor con amor si paga...

6 commenti:

Francesca-Kinà ha detto...

Che poesia il tuo post semiserio!!Che bello poter festeggiare una giornata importante con le persone che ci vogliono bene! Tanti tanti auguri e che ogni compleanno possa tu possa essere circondata da persone che ti amano e che sono certa tu ami a tua volta. Un abbraccio affettuoso, Kinà

Narcysa ha detto...

Grazie mille Francesca per il tuo augurio. Che le tue parole volino in cielo!Un abbraccio affettuoso

CriCri ha detto...

cara Vale innanzitutto AUGURI per questi 28 anni!!!
uno smacchete grande grande.
Poi volevo dirti che quello che hai scritto è molto bello, mi piace come ci racconti le cose e scoprire pian piano sempre più cose di te..
per esempio che c'è un LUI!!!!

Auguri grandi per questa persona che per organizzare tutto questo sicuramente ti vuole bene sinceramente.
Come meriti.
A presto CriCri

Narcysa ha detto...

Grazie Cri, di cuore :°)

OR ha detto...

Si accettano auguri in ritardo? Auguri auguri !!!!!!!!

Narcysa ha detto...

Cara Or,gli auguri sono sempre auguri ;)
Grazie milleeeeeeeeeeee